8 brani riscoperti grazie a TikTok

8 brani riscoperti grazie a TikTok
Condividi su :

Inutile dirlo, TikTok è ormai diventato uno dei social network più grandi in assoluto, arrivando ad essere utilizzato quotidianamente dal 41% degli utenti nel 2021, piazzandosi all’ottavo posto come social più popolare al mondo sotto a Instagram e WeChat.

Ma che poi, chi l’ha mai usato WeChat?

Abbiamo già parlato di TikTok assieme alla webstar Vincenzo Cairo, quando ha presentato il suo nuovo brano, ma non abbiamo sottolineato il ruolo centrale di questa piattaforma nel mondo dell’industria musicale. Da anni infatti è diventato il canale più importante per scoprire o riscoprire brani prima di allora poco ascoltati. Andiamo quindi a vedere alcuni dei brani più belli, rinati grazie a TikTok.

Maneskin – Beggin’

Ovvio, non poteva mancare all’interno di questo articolo il brano più ascoltato della sorprendente band italiana, vincitrice del Festival di Sanremo 2021, che grazie anche a questo brano è riuscita a spopolare nel mondo, diventando gli artisti italiani più ascoltati (ad oggi).

Beggin’, cover del brano dei “The Four Seasons”, pubblicata nel febbraio 1967 e ripresa da Macdon nel 2007, è stata utilizzata in modo spropositato dagli utenti di TikTok, diventando il secondo brano più utilizzato dopo Astronaut in the ocean. Il brano è andato virale nel 2021 dopo la loro vittoria al Festival di Sanremo ed all’Eurovision Song Contest, ma in realtà la sua pubblicazione risale al 2017 nel disco d’esordio Chosen.

AJR – The good part

Nata quattro anni fa come un sample dell’Aria sulla quarta corda di Johan Sebastian Bach, The good part è ritornata in voga grazie a TikTok specialmente verso settembre/ottobre del 2021.

Le sonorità allegre ed aperte, il testo (“possiamo skippare al pezzo bello?“) ed il mood orchestrale hanno reso questo brano il perfetto candidato ad un trend di TikTok, spopolando con i video/collage di foto dell’estate, o con una persona speciale, dove appunto vuoi saltare le parti noiose e skippare al parte bella.

Dopo il grandissimo successo sul social network, i tre fratelli hanno deciso di pubblicare il video ufficiale del brano con quasi tre anni di ritardo, forti però di una visibilità che ad oggi hanno avuto solo un’altra volta con Weak.

Boney M. – Rasputin

Brano famosissimo della band tedesca. Parla in un modo semi/biografico di Grigorij Rasputin, importante figura politica russa del XX Secolo descritto praticamente come un playboy.

A seguito del grandissimo successo ottenuto con TikTok, il dj Majestic ha pubblicato l’anno scorso un remix del brano, anch’esso diventato virale grazie a TikTok.

I trend associati a questa canzone sono fin troppi, ma generalmente le sue sonorità dance l’hanno resa la compagna perfetta ai video anche abbastanza ironici in cui accadono eventi tragicomici.

Mika – Grace Kelly

Capolavoro di Mika, Grace Kelly è forse uno dei brani diventati virali grazie al talento dei TikToker. Mi spiego meglio:

A differenza di altri brani della lista, ritornati in auge semplicemente come “colonna sonora” di brevi video (spesso di dubbio gusto) della piattaforma, Grace Kelly è ritornata famosa come non mai grazie a content creator che la ricostruiscono voce per voce, partendo dalla voce più bassa ed arrivando anche a 10 e passa voci, creando un “one man choir”.

All’Eurovision Song Contest del 2022, Mika ha riproposto il brano esattamente come il trend di TikTok.

In questo articolo ho preferito inserire brani non troppo famosi prima dell’avvento di TikTok. Ovviamente Grace Kelly fa eccezione, ma il suo successo è stato troppo enorme per non essere inserito qui.

Indila – Ainsi bas la vida

“La vita è così bassa”, secondo la cantante francese Indila, ma purtroppo per lei, questo meraviglioso brano datato 2014, non è diventato virale per il testo, ma bensì per il ritmo.

Le percussioni incalzanti, il coro ritmato, il mood che il brano suscita. Tutte caratteristiche perfette per delle compilation, specialmente calcistiche.
“Meglio Messi o Ronaldo? Vediamo i loro gol più belli”. Questo potrebbe essere il riassunto del successo di questo brano, che rallentato e posto assieme a brevi video di goals and skills, ha vissuto la sua rinascita grazie a TikTok.

Panic! At The Disco – House of memories

Brano del 2016 della band americana di High Hopes, già prima di TikTok poteva vantare diversi ascolti su Spotify, ma dopo il suo largo utilizzo, ha vissuto un nuovo successo.

House of memories è molto simile ad Ainsi bas la vida, scritto qui sopra, dato che anche questo brano ha trovato larghissime applicazioni nelle compilation. In questo caso, però, la versione rallentata del brano viene utilizzata per rivangare ricordi, anche sfruttando il testo (“Baby we built this house on memories“).

Per un paio di settimane, House of memories è addirittura entrata nella classifica mondiale dei brani più ascoltati del momento su Spotify, giusto per sottolineare quanto questo social network possa essere potente sotto questo punto di vista.

Gym Class Heroes ft. Adam Levine – Stereo Hearts

Brano erroneamente associato ai Maroon 5 (della band c’è solo Adam Levine come featuring), è sempre stato relativamente conosciuto, grazie anche al grandissimo successo ottenuto appena uscito nel 2011, ma dopo il largo utilizzo in diversi video di TikTok, ha fatto rinascere l’interesse del pubblico verso esso.

A differenza di altri brani scritti qui sopra, Stereo Hearts non è associata a praticamente nessun trend, la sua musicalità varia ed aperta e la nostalgia che fa nascere nei cuori dei millenials (ricordo che ha 11 anni) l’hanno resa estremamente poliedrica e utilizzabile praticamente in ogni format proposto.

BØRNS – Electric Love

Chiudiamo in bellezza con un brano diventato virale l’estate scorsa ma pubblicato nel “lontano” 2015.

Sto parlando di Electric Love, colonna sonora di amori probabilmente lunghi un’estate, del coraggio dei ragazzi di dare il primo bacio alla persona a cui si vuole più bene. Tutto bello, già… mezzo irritante in realtà quando c’era in giro solo questo brano per l’internet.

Però va spezzata una lancia a suo favore, dicendo che è un gran bel brano, con influenze di diversi generi ed un ritornello incalzante ed orecchiabile.


E qui finisce la nostra playlist. Spero di averti fatto riscoprire dei brani ormai dimenticati, o averti fatto trovare il titolo di quella canzone che senti dappertutto ma non conosci.

In qualsiasi caso, se stai leggendo questo, ti ringrazio di cuore e ti do appuntamento al prossimo articolo!

Condividi su :

Luca Maccari

Polistrumentista, blogger ed addetto stampa classe 2002 di Bergamo, si avvicina al mondo della musica nel 2014 prendendo lezioni di pianoforte. Vive il mondo della musica a 360°, vantando un disco da solista ed un tour con una band. Ha creato il blog newvibesinmusic.it nel marzo del 2020 e tutt'ora continua a curarne le pubblicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top