Quando l’indie incontra il rap

Condividi su :

Il rap, non mi stancherò mai di dirlo, è il tipo di musica che più si adatta ad ogni genere. Che sia pop, indie, metal o rock, la strofa rap ha sempre il suo fascino.

Oggi però ci concentriamo su un’accoppiata vincente: rap e indie, ed andiamo a farlo con l’aiuto di 5 canzoni dove artisti (prettamente) rap hanno unito le forze con 5 artisti (prettamente) indie!

Ferma a Guardare

Ernia ft Pinguini Tattici Nucleari

Pubblicata poche settimane fa, Ferma a guardare dimostra quanto Ernia si stia avvicinando anche al mondo indie (nel disco è presente anche Superclassico, primo nella classifica dei singoli indie per diverse settimane dopo la pubblicazione).

A dirla tutta, Ferma a guardare è un remix di un brano già pubblicato da Ernia nel disco Gemelli del 2020, impreziosito dagli strumenti della band bergamasca ed una strofa inedita da parte del frontman Riccardo Zanotti, che arricchisce anche il ritornello.

Spunte blu

Carl Brave ft Gué Pequeno

Carl Brave, come sottolineano spesso anche Le coliche su YouTube, è un “mezzo rap, mezzo indie” e la costante presenza di featuring rap nei dischi dell’artista romano ne sono una prova tangibile.

Carl Brave ci sta benissimo sia nei brani cantando indie, come questo, sia in brani come Rollercoaster, contenuto in QVC9 di Gemitaiz (di cui abbiamo parlato qui).

Comunque sia, Spunte blu è un grande brano per la discografia di Carl Brave e di Gué Pequeno, dove i due stili si incastrano alla perfezione. Dopo tutto da due MVP della musica italiana odierna non puoi aspettare altro…

Senza di me

Gemitaiz ft Venerus e Franco126

Uno dei brani più belli degli ultimi anni.

L’ho detto.

Guardando poi ai miei gusti musicali potrei anche formulare un giudizio più azzardato, ma non voglio essere insultato dagli altri ragazzi in redazione 😀

Ad ogni modo, un trio inusuale, a tratti anche incompatibile, che però ha creato un autentico capolavoro. Senza di me non ha un testo particolarmente ricercato o sonorità così ricercate, è semplicemente perfetta così.

Davide

Gemitaiz ft Coez

Mi dispiace scrivere due volte lo stesso artista, ossia Gemitaiz, ma cosa ci devo fare?

Davide, ad oggi, (numeri alla mano) è di gran lunga il brano più ascoltato di Gemitaiz e questo lascia intendere moltissime cose. Che siano citazioni a brani passati del rapper, che sia l’interessantissimo giro di basso, che sia la sonorità nuova in quel disco, sta di fatto che Davide è stato uno dei primi brani indie ad ottenere un grande successo.

Poi Coez è un caso a parte. Dopo aver iniziato la carriera come rapper, si è evoluto in uno stile più indie, finendo in tantissimi ritornelli di ex colleghi rapper. Ma, sinceramente, va benissimo così.

2%

Gué Pequeno ft Frah Quintale

Purtroppo si ripetono alcuni artisti. Poco male, se l’articolo dovesse piacere potrebbe uscire una seconda parte con cantanti diversi…

Ad ogni modo, 2% ha dimostrato, nel disco Sinatra, che Gue sta bene su tutto. Frah Quintale ha iniziato la carriera come rapper nei Fratelli quintale, per poi avvicinarsi all’indie senza però abbandonare la carriera di MC (prima con 64 bars assieme a Bassi Maestro, poi con il nuovo disco pieno di riferimenti rap).

2% è indie rap, con influenze leggermente reggaeton. Di certo una composizione molto interessante anche inserita nel contesto del disco di Gue.


Ed è così che termina anche oggi il nostro articolo. Ci sarebbero ancora tantissimi artisti (Noyz narcos, Emis Killa, MadMan, per citarne alcuni), ma per oggi va benissimo così.

Vuoi una parte due? Supportaci! Seguici su Instagram, condividi l’articolo e se vuoi mandaci pure un feedback, li leggiamo tutti 🙂

Grazie per la consueta lettura, ci vediamo al prossimo articolo!

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.