Baloo, musicista a 360 gradi

Baloo, musicista a 360 gradi
Condividi su :

Non so bene che anno fosse, so solo che ricevetti un messaggio, il teaser di “Eagle”, nuovo brano di tale “Baloo”…boh….

E poi uscì Eagle, e non capivo cosa fosse: rap? pop? rock? Non saprei, sapevo solo che mi piaceva tantissimo, ed è iniziato tutto così, con quel messaggio, e con io che inizio a prendermi male per Baloo.

Chi è Baloo?

Nicolò Conti, in arte Baloo, è un musicista completo, un artista veramente tra i più promettenti che conosca. Si avvicina alla musica all’età di 10 anni circa grazie al padre, insegnante di chitarra, e alla madre da sempre appassionata di canto, e piano piano nel corso degli anni inizia ad approcciarsi a strumenti diversi come batteria e basso (ad oggi è bassista e cantante in un gruppo). Al rap ci arriva solo 5 anni fa, sostenuto dalle basi acquisite precedentemente, e inizia ad utilizzare FL Studio, programma da lui prediletto per creare musica.

Baloo nel giro di poche righe viene descritto come produttore, musicista, cantante e rapper e, dice lui, non passa mai una giornata nell’incarnazione di solo uno di questi soggetti.In ogni sua creazione coesistono tutti insiemee si influenzano l’uno con l’altro, ottenendo visioni più aperte senza essere solo un produttore, o solo un cantante, non avendo quindi una preferenza tra i tre diversi ruoli.

Nei miei brani c’è sempre un qualcosa che va fuori dal rap, nel senso che quando ascolti le mie canzoni non le definisci rap, perchè non è rap, è qualcosa di diverso, sono le influenze del passato e del presente che confluiscono in Baloo. Questo è Baloo.

Baloo

Il “blocco dello scrittore”

Baloo vive un periodo di pausa tra i suoi primi singoli e l’uscita di “Miele”, datata 26 dicembre 2019, periodo nel quale i testi arrivavano con difficoltà. Mentre lavorava su Miele e qualche altro testo, ha comunque avuto la possibilità di provare spesso con la sua band.

Terminato il periodo di “crisi” è arrivato “Miele” ed il BGFlow, il concorso che vuole promuovere le nuove forme di produzione musicale giovanili legate al mondo dell’hip hop e del rap, che gli hanno dato una scossa definitiva ed una carica nuova facendolo ritornare in grande forma.

Probabilmente, se non l’avessi avuto adesso mi ritroverei con 15 canzoni sul mio canale invece che 8, ma non me ne lamento, perchè secondo me bastano anche 8 canzoni per descrivere un artista, a maggior ragione con questo arco temporale in mezzo.

Baloo – parlando del suo blocco artistico

Seppur un blocco per un artista non sia una cosa positiva, in Baloo possiamo trovarci qualcosa di positivo. Questa pausa evidenzia ancora di più la crescita artistica e la maturazione musicale nel corso del tempo di Nicolò, passando dai primi tre brani alle ultime uscite.

Artisti e colleghi da menzionare

Baloo è stato per 7 anni membro della molto promettente band “Outlanders”, con la quale ha pubblicato diversi brani inediti sui digital store. Si sono sciolti causa questioni interne qualche mese fa, ma rimangono comunque tutte le loro composizioni. Qui sotto Sick of everyone, senza dubbio il mio brano preferito della band.

Tornando a parlare del Baloo rapper e produttore, viene spontaneo nominare anche Paulie, rapper Gandinese con il quale collabora da diversi anni. Si sono conosciuti ad una festa e si sono ritrovati in studio. Paulie già cantava, aveva solo bisogno di un produttore, e così hanno iniziato una collaborazione dalla quale sono nati diversi brani di altissimo livello.

Notizia fresca fresca è la pubblicazione da parte di Paulie di ProvinciaBoy sul suo profilo di Instagram, brano prodotto, pensa un po’, da Baloo.

Baloo ammette di non avere un featuring prediletto nel rap, ma avendo la possibilità di fare un featuring con l’artista che vuole, è indeciso tra Lazza, Nitro e Salmo, mentre nell’ambito band ha le idee chiare, e sogna un brano con i System of a down.

Solo sogni, il nuovo singolo

Se una persona che non conosce Baloo mi chiedesse quali miei brani ascoltare, probabilmente direi Fuori è inverno oppure Miele, oppure anche Solo Sogni. Mi rappresentano tanto e sono le migliori uscite, secondo me.

Baloo – parlando dei suoi brani

Uno dei motivi per cui ho contattato Baloo è proprio questo pezzo, che dimostra molto i cambiamenti in positivo di Baloo (anche se sono innamorato marcio di Eagle).

Solo sogni nasce quasi un anno fa, quando un motivetto continuava a frullare in testa a Baloo. Cercando di valorizzare questo ritornello, inizia la stesura di una prima strofa, che arriva dopo un po’ di tempo. Trovando però difficoltà nello scrivere la seconda, si affida ad un suo amico.

Solo sogni nasce infatti assieme a Feds.E, amico e “collega” di vecchia data di Baloo, con il quale ha già avuto esperienze cantando insieme in studio ad Albino. Baloo ha già sfornato qualche base per lui, e questo è veramente il primo featuring tra i due (senza escludere un nuovo featuring in futuro).

Il brano, come dice il ritornello, è un po’ lo sviluppo del ritornello, dicendo quanto Baloo non abbia soldi (ride, ndr) ma abbia tanti sogni, e ritiene sia molto importante sognare, perchè senza sogni la vita perde sapore.

La recensione del brano

Il brano si apre con una base leggera e con un coro a due voci alternate.Il tutto termina subito con l’inizio effettivo del beat e con la voce di Baloo che introduce, accompagnato da effetti, la strofa.

La base è “scarna”, non è satura di bassi o suoni a caso, ma bensì è composta da strumenti che coesistono ed accompagnano. Apprezzatissima la melodia quasi “stentata” con diverse note in levare e diverse polifonie non scontate.

Ad un certo punto la base cambia, si alleggerisce, dando posto ad un bridge a due voci, che ci accompagna ad un ritornello non troppo aggressivo. Un ritmo incalzante, non troppo veloce, ma che ti prende da subito (io sto muovendo la testa come un pirla, per esempio)

Entra Feds.E, ritmo diverso, timbro vocale diverso ed autotune più percettibile, si adatta perfettamente alla base ed alla canzone in generale. Ci accompagna al ritornello di Baloo simile agli altri, ma forse con il beat un attimo diverso. Il brano termina con un coro a due voci questa volta all’unisono.

Considerazioni personali

Il pezzo ha molto lavoro dietro e si sente. Personalmente ho preferito di più altri brani, ma ciò non toglie che in un periodo pieno di “””rapper””” e di “””producer”””, Solo sogni è un po’ come una pacca sulla spalla. Un po’ come se Baloo venisse da te e ti dicesse : “Tranquillo, c’è ancora chi sa fare Musica con la M maiuscola”.

Perchè è così, Baloo migliora di pezzo in pezzo, e nella scelta di cori e nella voce si nota una base teorica paurosa.

Detto questo, è stato veramente un piacere scambiare quattro chiacchiere con Baloo, artista decisamente umile, ma con una marcia in più veramente.

Grazie per l’attenzione, grazie Nicolò per la pazienza, e ci vediamo venerdì.

 ~Macca 
Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto