TBO TheBigOne, quando musica classica e pop coesistono

Condividi su :

Oggi come ospite abbiamo un’artista della nostra zona, ovvero di Bergamo (in particolare Ardesio). Si chiama Nicola Bigoni, ma in arte è TBO TheBigOne!

Nicola, italo brasiliano, con una grandissima passione per la musica, riesce ad utilizzare i suoi studi classici per creare musica pop decisamente più complessa.

L’avvicinamento alla musica

Fin da piccolo, racconta TBO, ascoltava in casa buona musica, grazie ai suoi genitori, è cresciuto ascoltando Morricone, Nomadi, Queen, Mozart e chi più ne ha più ne metta!

TBO TheBigOne

La madre cantava nel coro, la sorella suonava la chitarra e lui già nei primi anni di elementari cantava nel coretto della parrocchia.

In seconda elementare, si appassiona al sassofono e studia con un maestro nella banda di Ardesio fino a 12 anni. Ora suona le percussioni e l’organo in chiesa (il parroco del paese gli ha insegnato le basi delle tastiere), oltre a studiare composizione in conservatorio.

Le prime canzoni e l’album

La sua primissima canzone si intitola Frndzone, ed è nata per caso suonando la tastiera, ma sviluppa un giro di accordi particolare, non volendo fare un classico giro imparato appena si inzia a suonare uno strumento.

Il secondo brano s’intitola Noi Andiamo, ed è diventato presto il suo cavallo di battaglia, che lo porterà a vincere il Gandinfestival (festival musicale situato ad un paese limitrofo)

Nel 2018, in camera di sua sorella con un microfono e un mixer di fortuna, ha registrato tutti i brani(mixati dopo in Calabria ai Medialand Studio) da cui poi è nato l’album “In Principio”.

La carriera di Nicola prosegue assieme ai suoi amici Sem (batteria), Luca(tastiere) e Laura(sostituita poi da Nicholas, al basso), seguiti poi da Francesco, Simone e Pietro (tromba, trombone e sax), che andranno a formare i TBO&Co, la band che lo ha accompagnato finora a tutti i concerti dopo l’uscita del disco.

La prima data con la formazione completa è stata a San Pellegrino Terme ad un festival (che per ragioni che non spiego, avendoci partecipato come tastierista, è un ricordo non troppo dolce)

Il vero esordio, però, è stato un altro:

L’esordio è stato nel 2018 ad un pub ad Ardesio
Probabilmente non il nostro miglior concerto, ma è stato di certo un momento incredibile

TBO TheBigOne

Il progetto Resilienza

Di recente, Nicola ha fatto parlare molto di sé grazie al progetto Resilienza.

Resilienza è il frutto della collaborazione di quasi 15 artisti, che durante la quarantena hanno unito le forze per dare un po’ di speranza grazie alla musica(ne abbiamo già parlato nel primissimo articolo di New Vibes in Music, lo potete trovare qui assieme all’intervista a Kerus).

Il brano ha avuto un grande picco di ascolti nei giorni successivi alla pubblicazione, tanto che è passata anche su Radio NumberOne!

Gli ultimi brani

Ci sono diversi singoli “orfani”, senza album…
Chissà, magari potrebbe uscire qualcosa a breve…

TBO TheBigOne, parlando dei suoi ultimi brani (facendo qualche spoiler)

Jessie

Jessie, personalmente, è il brano che preferisco!

Parla della moto del batterista della band, ed è stata registrata assieme a tutti i membri della medesima. Il risultato è un brano in cui tutti hanno messo le loro potenzialità, creando sonorità particolari ed un brano decisamente sopra gli standard di TBO.

Ipo-Crisi

Ipo-crisi è invece il brano con il quale (grazie alle pressioni di Simone) ha tentato, purtroppo senza successo, di accedere a Sanremo Giovani.

Poco male, dopo qualche modifica, il brano è stato pubblicato.
Fin dal primo ascolto si nota il forte influsso della musica bandistica nelle sue composizioni

Cenerentola, il nuovo singolo

Il riff nasce mentre io e Sem (batterista) “jammavamo” , mentre il testo nasce in modo ignorante per avvicinarsi ai giovani.

Ma il vero significato è molto sottile:


La prima parte è frivola, parla di un ragazzo ed una ragazza ad una festa, mentre la seconda strofa è la parte di Cenerentola.
Lei è una ragazza ribelle, aveva mentito alla madre ed era andata alla festa, ma nel tornare a casa rimane coinvolta in un incidente, diventando un po’ una Cenerentola che non torna a casa

TBO, parlando di Cenerentola

C’è poco da aggiungere alle parole di Nicola, se non che il brano è stato registrato da tutti i membri della band, soprattutto dal batterista, che ha contribuito anche alla stesura del testo.

L’assolo finale è quasi barocco. Racconta Nicola che è nato totalmente a caso mentre suonava con il trombettista della band.

Per ascoltare Cenerentola su tutti i digital store clicca qui!


Questo articolo è stato scritto a quattro mani, perchè il “Luca tastierista della band” è uguale al “Luca Maccari di New Vibes in Music”, quindi sarebbe stato troppo di parte 😉

Ringraziamo di nuovo Nicola per l’intervista e ringraziamo te per la consueta lettura. Ti invitiamo a dare un occhio agli articoli consigliati qui a destra (se sei da pc)

Come sempre ci vediamo Martedì con un nuovo articolo!

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.