Alij – il dj che fa sognare dal cielo

Alij – il dj che fa sognare dal cielo
Condividi su :

Alij è il nome di questo giovanissimo dj Milanese, pseudonimo di Alessandro, che ha fatto letteralmente sognare i suoi vicini di casa e non solo, intrattenendo con una performance live del tutto particolare e unica.

Logo di Alij

Ma prima di vedere cosa ha reso particolare questa live, abbiamo fatto al dj delle domande per conoscerlo e soprattutto per presentarlo al meglio!

Voglio fare una premessa, quando abbiamo intervistato il talento, sono rimasto totalmente affascinato dalle sue parole e da tutta la storia che racconta con passione. Spero infatti di riuscire a trasmettervi tutto l’entusiasmo da me percepito con questo articolo. Buona lettura 🙂


La sua storia

Alij, ha da sempre la passione per la musica edm/dance, inizia a fare i suoi primi passi da dj a 16 anni come autodidatta, per poi iscriversi al corso “dj e producing” presso la scuola milanese “Recreative12”.

Alessandro racconta che la passione per questa musica è nata grazie a suo zio Silver, considerato da lui come un amico e un fratello maggiore. Silver in arte SLJ è un DJ di vecchia guardia, che ha incuriosito il piccolo fin da subito portandolo a vedere cosa faceva. La passione aumenta come la voglia di emergere nello scenario musicale con idee nuove e creative.

Alij al contest di Radio 105

La sua prima performance è stata in un contest a eliminazione diretta realizzato da Radio 105 nel 2017, che ha vinto battendo DJ dopo DJ, e portando in finale un dj set unico.

Alij è il nome d’arte, nasce dal “mix” di Ale e Junior. Durante il corso di dj erano presenti 3 Alessandro, di cui uno grande soprannominato “Ale major”, uno chiamato “Alex”, ed infine lui, che essendo il più piccolo era considerato “Junior”. Da li il passo è breve, è nato Alej, che da buon DJ ha mixato perfettamente dando fonia al nome Alij.


Dove suona, dove ha suonato e le sue canzoni

Alij - Sandy In Party

Facendosi amicizie grazie al contest di Radio 105, inizia a girare e riesce ad entrare nel suo primo festival a Caraveggia, Santy In Party nel 2018(a soli 17 anni) considerato da lui il palco più importante e su cui si è esibito meglio.

Alessandro ora suona DJ set come supporter e apripista ad affermati  DJ nelle discoteche di tendenza nel milanese, oltre  ad essere  DJ resident per feste private in una rinomata villa quasi tutti i sabati.

Inoltre è stato svariate volte a Caraveggia, ha partecipato allo Spritz Party di Parre(BG) nel 2019, festa da cui era sempre affascinato, insistendo con organizzatori e facendo solo un mix tra due canzoni è riuscito ad ottenere un posto in questa festa.

Sono salito sul palco, ho mixato le prime canzoni mettendo come prima Waiting for love, ho visto subito gli occhi dell’organizzatore illuminarsi

Alij, parlando dello spritz party

Alij e Slj seguendo eventi e canali digitali creano Urban Sound, un progetto che raccoglie curiosità del mondo musicale con lo scopo di accogliere tutti i DJ che vogliono muovere i loro primi passi, e di  realizzare idee creative legate al suono, un progetto sempre in sviluppo.

Parlando invece di canzoni sue ha prodotto un brano, che è stato il suo esame della scuola di dj da cui è uscito con 99 e che non ha pubblicato su nessuna piattaforma. Inoltre sta producendo in quarantena, ma non ha ancora trovato il momento giusto per far uscire qualche progetto.


Ma ora passiamo al pezzo forte:

La live suonata nel cielo, “Live in the sky”

Alij – Live in the sky

Partendo dal dire che il nome è stato pensato 3 ore prima della live vera e propria, è stato scelto perché Alij ha deciso di suonare e trasmettere in diretta sul tetto del palazzo dove abita lo zio, in piena China Town, ottavo piano.

L’idea è venuta in quarantena vedendo i vari flash mob in città, e volendo far qualcosa di unico e diverso da questi in un giorno particolare.

Link per vedere la diretta intera: Instagramfacebook

Alij - live in the sky

L’idea della location è scaturita dal fatto di voler raggiungere più orecchie possibili, ormai chiuse in casa da tempo. Ci voleva un posto in alto, ci voleva il cielo di Milano. Silver doveva sistemare l’antenna sul tetto, ed andandoci ha notato che c’era una skyline strepitosa. L’unico problema era portare l’attrezzatura sul tetto con discrezione. Casse, impianto, console e computer per la live dovevano passare per una stretta botola. Dove potevano appoggiare però tutto? E cosi Alessandro si ingegna e decide di usare un ASSE DA STIRO!

Si avete capito bene, un asse da stiro, utilizzata perché pieghevole e regolabile, un tavolo era improbabile da trasportare attraverso la botola per andare sul tetto. E poi dai, chi mai suonerebbe sopra un asse da stiro?!


La live su Instagram

All’inizio non avevano in mente di fare una diretta su Instagram, come poi è stato, ma la domanda che si ponevano era quando fare questo “concerto”? Si sono dati risposta quando è stato dato il primo annuncio di una fase 2 per la quarantena.

Facciamolo il giorno prima di quando finirà la fase 1

e diamo un significato di libertà e speranza alla gente che ci ascolterà

Alij, pensando e raccontando della live
Alij - Live in the sky

Una coincidenza molto bella è che nella via del loro palazzo, durante tutta la quarantena c’era un gruppo di ragazzi che ogni giorno mettevano musica per tutti a manetta. Quindi la gente era già abituata ad ascoltare questi ragazzi, e così hanno deciso di iniziare a suonare quando finiva la musica dei ragazzi.

Alessandro racconta anche che non hanno pubblicizzato la diretta fino a 3 ore prima dell’inizio. Questo per vari motivi che non sto qui ad elencarvi, non sapevano dell’evento neanche i genitori del giovane Dj per capirci, solo suo zio.


L’evento

Andiamo io e mio zio sul tetto, in sicurezza, a preparare il tutto in discreta sciallezza e senza farci notare.

Abbiamo aspettato la fine dei ragazzi che hanno messo l’Inno di Mameli ed abbiamo iniziato a spaccare.

Alij

La diretta aveva come sfondo la fantastica Skyline di Milano(in una giornata stupenda tra l’altro) a simboleggiare l’andare avanti verso il futuro. Console sulla fantastica asse da stiro e lui a suonare invece in primo piano, quindi via alla magia!

Non si sarebbe mai aspettato tanta gente affacciata e con sguardi pieni di speranza ad ascoltarlo!

Inoltre, a fine live è stato suonato Il silenzio militare, un brano che tengo a citare e suonato in onore a tutte le vittime della pandemia, dove Alessandro ha spiegato la bandiera italiana al vento.

Qua il video di un drone che lo filma durante Il silenzio militare:


Problemi con raduni di persone?

Non hanno pensato a questa possibilità, la gente era in quarantena e si affacciava dai balconi per sentirlo suonare, inoltre lui e suo zio erano a distanza e in totale sicurezza.

Alessandro, oltre che dj, è volontario in ambulanza e vive il problema in prima linea, sa che non è finita come la gente crede da quando è iniziata la fase 2 ed era cosciente di ciò che stava facendo.


Ci saranno altri eventi?

Alij - Live in the sky

Il dj, nonostante tutte le richieste di replicare la live altre volte, ha deciso di non farne altre perché questa deve essere unica e simbolica. Non si sbilancia, ma ci fa capire tra le righe un accenno ad una nuova idea, chissà per la fase 3


Cambiare i pregiudizi

Abbiamo fatto una domanda scomoda al Dj, chiedendogli se fare il dj vuol dire essere musicista, opinione contrastata da molte persone.

La sua risposta è stata, giustamente, un secco SI. Secondo lui il dj riesce a dare un senso a quella traccia e la interpreta proprio come fa ad esempio un chitarrista. Inoltre è dell’idea che un dj crea in continuazione una nuova canzone nel mixaggio tra le tracce

Alij - Sandy In Party

Parlando invece dei suoi genitori e del suo lavoro, dice che all’inizio erano contrari e non credevano potesse fare il dj come lavoro, ma dopo che ha vinto il suo primo contest ed ha realizzato i primi live ha visto gli occhi dei suoi cambiare e crederci veramente.


Cosa è la musica per Alij?

Alij - Live in the sky

“La musica per me è uno stile di vita, e rappresenta molto la tua persona, è la tua carta d’identità. Una persona la vedi con opinioni diverse già dalla musica che ascolta, ci si fa un’idea. La musica è vita, è tutto, ogni giorno 8/9 ore le passo ad ascoltare musica, vado anche dormire con la house nelle orecchie.”

Alij


Siamo arrivati alla fine anche oggi, articolo più lungo del solito ma che vale veramente tutte le parole scritte, ringrazio Alessandro infinitamente e gli auguro di continuare così se non meglio. Vi lascio di seguito qualche link utile. Noi ci vediamo domenica con un nuovo articolo, grazie per la lettura!

~Pezzo

Link utili

Finale dj contest Radio 105

Live Santy In Party

Instagram Alij

Instagram videomaker, video del drone

Condividi su :

Luca Pezzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top